Lavoroturismo.it

B8.4. Le comande con il computer

Il computer è considerato uno strumento immancabile per un’azienda moderna perché assicura un costante controllo su ogni attività in tempo reale. In sala il suo utilizzo permette di trasmettere le comande, chiamarle, essere avvisati quando sono pronte, attivare la stampa del conto, ecc., senza muoversi dal proprio rango.
I principali vantaggi di una gestione computerizzata delle comande sono:

  1. Elimina problemi di incomprensioni calligrafiche;
  2. Rende il lavoro più veloce;
  3. Permette al cameriere risparmiare tempo e fatica (causata dai continui spostamenti);
  4. Evita i mancati introiti derivanti da ordini non annotati;
  5. Rende rapido il controllo degli incassi, divisi per camerieri e giorni;
  6. Permette una visione ottimale su monitor o display dello stato di occupazione dei tavoli e delle prenotazioni;
  7. Consente la gestione in tempo reale del magazzino;
  8. Permette di stampare i conti in modo rapidissimo, anche direttamente al tavolo del cliente;
  9. Permette specifiche attività di marketing e pubblicitarie mirate per target di clientela;
  10. Migliora la qualità del lavoro.

I vari sistemi per prendere le comande

Per prendere le comande con il computer vi sono vari sistemi: con inserimento diretto su computer, tramite penna ottica oppure con terminale palmare.
L’inserimento dai dati su computer prevede che il cameriere prenda la comanda normalmente, con il classico blocco comanda in carta, poi va nella sua postazione di lavoro dove sul computer inserisce le varie ordinazioni. Questi computer, in genere, sono dotati di monitor touch screen, per rendere possibile l’inserimento dei dati con le dita; insieme al monitor touch screen è prevista anche la classica tastiera e ilmouse. È un sistema molto diffuso che sta, però, per essere soppiantato dal terminale palmare, in quanto prevede un doppio lavoro per l’inserimento della comanda (prima su carta poi su computer) e un notevole spostamento del personale al punto di inserimento dei dati.

Comanda computerizzata

L’utilizzo della penna ottica prevede che in un’apposita carta in dotazione ai camerieri, accanto a ogni preparazione sia riportato un codice a barre. Ogni volta che si riceve una richiesta, il cameriere passa con il lettore che memorizza l’ordine. Al termine la penna va inserita in un apposito innesto, posto al rango o alla cassa, e i dati vengono poi trasmessi ai vari reparti. È un sistema ormai superato e in disuso.
L’inserimento dei dati con terminale palmare è il metodo più diffuso, che sta soppiantando gli altri.
In questo caso il cameriere che prende le comande è dotato di un palmare, nel quale inserisce le varie preparazioni; al termine dell’inserimento la comanda viene immediatamente trasmessa via radio a un computer, e da esso ai vari reparti.
L’inserimento delle preparazioni nel palmare può avvenire in due modi: touch screen o a tastiera.
Il palmare touch screen funziona a tocco; è facile da usare e rapido da apprendere. Viene usato con un pennino ed è il più diffuso. Supporta anche brevi messaggi scritti a mano con il pennino sul display, con funzionalità di piccola lavagna elettronica.
Con il palmare a tastiera per inserire un’ordinazione si deve immettere un codice. Per lavorare velocemente il cameriere deve memorizzare i codici dei vari piatti, almeno quelli di utilizzo più frequente, anche se in ogni momento è possibile visualizzare un menu che mostra i codici (per l’inserimento a codice) e permette la selezione diretta delle preparazioni (quindi senza inserimento del codice).
Il palmare a tastiera è meno user-friendly: ha un approccio meno intuitivo e per imparare bene occorre da parte dell’operatore più impegno e più tempo. Il vantaggio è che una volta imparato, il sistema permette l’inserimento dei dati in modo molto veloce, ecco perché è molto utile in ambienti ad elevata frequenza, nei quali la rapidità di inserimento della comanda è un elemento importante.
Per inserire la comanda non occorre guardare il display, che però può essere sempre utilizzato per l’inserimento guidato. Inserendo il codice, il display visualizza la preparazione inserita, per un eventuale controllo dei dati inseriti.

Comanda computerizzata

Un sistema con terminale palmare permette numerose opzioni; di seguito vediamo le più importanti.

  • Avviso di chiamata: si può contattare in modo discreto e silenzioso i camerieri inviando una segnalazione; normalmente l’avviso avviene per vibracall, ovvero con vibrazione del terminale, ma è possibile selezionare un piccolo avviso acustico.
  • Sistema di messaggistica: è un’evoluzione dell’avviso di chiamata; senza spostarsi tutti i reparti (cucina, sala, cassa, bar, pizzeria, dispensa, ecc.) possono comunicare tra loro inviandosi brevi messaggi, anche utilizzando messaggi standard preimpostati.
  • Gestione delle card: il sistema può gestire facilmente le fidelity card, che vengono consegnate ai clienti abituali; questo permette di proporre sconti e promozioni, ma anche di identificare, nella comanda, il cliente.
  • Stampa al tavolo: il conto può essere stampato direttamente al tavolo, grazie a piccole stampanti allacciate alla cintura che comunicano tramite sistema Bluetooth, oppure con stampanti disposte in ogni rango.

La tecnologia e il software progrediscono in modo rapido; sicuramente avremo delle evoluzioni, con strumenti più facili da usare e più completi, anche se già oggi si sono raggiunti standard molto elevati. In gran parte dei casi, le aziende e gli operatori non sono in grado di sfruttare al 100% tutte le potenzialità che i sistemi computerizzati mettono loro a disposizione.

Comanda computerizzata

 

 

Nelle foto:

1 - Terminale di inserimento dati a touch screen.

2 - Terminale con inserimento dati a tastiera.

3 - Palmare touch screen.

4 - Palmare a tastiera.

5 - Stampa di un conto al tavolo con stampante portatile.

 

 

AttenzioneServono ancora le tecniche per le comande a mano?

È importante capire che il computer è uno strumento che non è in grado di sopperire alla mancanza di professionalità, anzi ne richiede in misura maggiore e ne evidenzia le eventuali lacune.
Il computer cambia la modalità di inserimento e comunicazione delle informazioni, tutto il resto rimane invariato.
La necessità di rapportarsi con le persone e di consigliare sono requisiti che rimangono immutati. Inoltre le tecnologie e i software devono rispondere alle richieste e necessità delle persone.Tutte le tecniche e gli accorgimenti adottabili con il sistema manuale sono applicabili anche con il computer, anzi questo ne migliora le potenzialità, funzionalità e praticità di applicazione: ci si riferisce, per esempio, all’uso del cognome (si pensi alle fidelity card), alla possibilità di ricordare le preparazioni richieste dai singoli clienti, ecc.

Il palmare e le opportunità di lavoro

La capacità di utilizzare il palmare e prendere quindi le comande con il computer è diventata un’abilità fondamentale di un cameriere. Sempre più aziende chiedono al collaboratore se tra le varie abilità, come per esempio la capacità di adottare i vari stili di servizio, possiede anche quella di saper prendere una comanda con il palmare; il possesso o meno di questa abilità può essere motivo di scelta o esclusione, specialmente nelle aziende stagionali, dove i momenti dedicati alla formazione sono purtroppo molto limitati, quando non assenti.